Categoria: Zibaldone delle arti

Trova un libro, trova un tesoro!

Ebrei e la loro persecuzione chi lo sapeva

Ebrei e la loro persecuzione chi lo sapeva

New York – Fin dal dicembre del 1942, ben prima che fossero scoperti, a fine guerra, i campi di sterminio, gli Alleati sapevano bene cosa stesse succedendo agli ebrei europei: circa 2 milioni di loro già erano stati uccisi dai nazisti ed altri 5 erano in pericolo mortale. Per questo, in sede Onu, Stati Uniti e Gran Bretagna avevano anche preparato le accuse di crimini di guerra contro Adolf Hitler e i suoi accoliti. Tuttavia, nonostante le pressioni e le testimonianze dirette dal campo del massacro, fecero molto poco per impedire che tutto andasse avanti.

LA CITTÀ L’UOMO E LA FOLLA PER SANJA MILENKOVICH

LA CITTÀ L’UOMO E LA FOLLA PER SANJA MILENKOVICH

La città consente di vedere senza essere visti e di essere visti senza vedere.” (S. Daney)

“L’ arte è l’ unica cosa seria al mondo; l’ artista è l’ unica persona che non è mai seria.” ( O. Wilde)

Principio dell’ estetica, visione dell’ esistenza, ricerca del sublime; questi i valori che racchiudono le opere dell’ artista serba, classe ’83, Sanja Milenkovich.

Le sue interpretazioni pittoriche si originano dalle folle e dagli spazi, superfici dilatate a tratti prive di anima, che però si trasformano in potenziali contenitori dove gli individui si affollano .

Tutto questo si trasforma nella sua tela; la città e il suo continuo movimento , le strade illuminate, le insegne pubblicitarie, gli edifici imponenti.

FIOR DI LOTO, UN VIAGGIO CHE RACCONTA

FIOR DI LOTO, UN VIAGGIO CHE RACCONTA

Il fior di loto è un ‘viaggio’ che racconta profumi, sensazioni, odori, che evoca ricordi di luoghi di largo respiro esotico.

Un’ appassionante metafora della vita.

Il fior di loto letteralmente affonda le proprie radici nel fango.

Rappresenta nell’induismo il simbolo della purezza; spesso Buddha viene rappresentato seduto su una foglia di questo fiore.

DALL’ISLAM ALLA PATRIA TUTTO DA CENSURARE DANTE

Indubbiamente un anno tormentato e in salita se si guarda con gli occhi dei sacerdoti del politicamente corretto che processerebbe pure lui con Boccaccio.

Questo incomprensibile atteggiamento che mai come adesso sta imperando prima o poi porterà a censurare anche i padri della letteratura.

Il Sommo poeta era il più scorretto di tutti, dal carattere burbero, si fece cacciare da Firenze pur di non pagare una multa che gli avevano inflitto i nemici politici, i Guelfi neri, i vincitori, finendo per essere condannato a morte per contumacia.

Oggi evasore e corruttore.

TURISTI PER PRAGA

TURISTI PER PRAGA

in questo periodo in cui viaggiare è complicato, vorremmo far conoscere una delle realtà italiane all’estero che opera nel campo del turismo, TURISTIPERPRAGA. 

Cos’è Turisti per Praga? è un’agenzia che nasce dalla passione per Praga, per la sua storia e per il suo fascino misterioso che si respira percorrendo i suoi vicoli.

L’intento è quello di condividere le emozioni che questa splendida città trasmette a tutti i suoi visitatori.

Turisti per Praga è specializzata in visite guidate a Praga in lingua italiana adatte ad ogni tipologia di cliente. Offre una vasta gamma di tour, da quelli classici a quelli personalizzati al di fuori degli itinerari turistici standard. Le diverse tipologie di guide che vi offriamo danno la possibilità di avere un primo approccio alla città e alle sue bellezze, ma anche di soddisfare la vostra curiosità e di approfondire alcuni aspetti specifici.

Tra le varie visite guidate che propongono ci sono anche interessanti tour letterari incentrati sulla figura di Franz Kafka e sulle caffetterie letterarie!

 Quando si potrà  tornare a viaggiare liberamente, ricordatevi di loro

UN MONDO ” A-PART”

UN MONDO ” A-PART”

Un mondo a-part: Apre i battenti, a fine settembre ,un altro museo di arte contemporanea, o meglio, uno spazio di arte , una raccolta.

Si chiama ” Part” , quasi un acronimo di ” Palazzo dell’ Arte”, apre a Rimini, città dall’ indubbia vitalità e all’ interno saranno contenute opere raccolte dal 2017 ad oggi, frutto di generose donazioni di collezionisti, galleristi e degli stessi artisti.

UN PO’ PAESE UN PO’ CASTELLO: SCARZUOLA

SCARZUOLA UN PO’ PAESE UN PO’ CASTELLO

Scarzuola la città ideale: qui tutto è un insieme di scale, labirinti nati dal recupero di esperienze visive dei tempi antichi ( Terme di Villa Adriana, la piccola Roma della Villa D’ Este a Tivoli).

La città ideale di Tomaso Buozzi, architetto e personaggio di spicco nel gruppo del Novecento milanese, fondatore della rivista Domus con Giò Ponti; un architetto, un’ artista, un filosofo.

Scarzuola è una costruzione singolare, ad opera di un ” personaggio” singolare, da un nome singolare ” scarza” la pianta acquatica con cui San Francesco si costruì una capanna per soggiornare in quei luoghi dove, narra la leggenda, sgorgò un’ acqua miracolosa e dove poi fu edificato un monastero.

PERSOL : PER IL SOLE

PERSOL: PER IL SOLE

Il Persol, con la sua lente giallo-bruno ha fatto proseliti in tutto il mondo, stregando uomini e donne.

Gabriele D’Annunzio, durante lo storico volo su Vienna, ne indossava un paio realizzati su misura proprio per lui. Greta Garbo e Steve McQueen lo hanno fatto diventare il protagonista sia sul set che nella vita privata.

IL JAZZ RIVOLTA DELL’EMOZIONE CONTRO LA REPRESSIONE

IL JAZZ RIVOLTA DELL’EMOZIONE CONTRO LA REPRESSIONE

Il jazz ha radici lontane che affondano in uno degli episodi più oscuri della storia.

La deportazione degli schiavi dalle coste occidentali dell’ Africa alle piantagioni americane.

Durante questo ‘passaggio’ i deportati persero a mano a mano memoria della propria cultura e della propria musica ma qualcosa di molto importante rimase impresso nel loro inconscio.

Suoni, danze, il gusto di ballare e un certo modo di fare musica.

Gli schiavi trovarono nel fare musica non solo un aiuto per sopportare le fatiche ma anche per ribadire ai loro “padroni” l’uguaglianza.

Nasce il work song: movimenti ripetitivi del lavoro venivano scanditi a suon di musica.

EROS E THANATOS

EROS E THANATOS, LAURENCE E VIVIEN

Eros e Thanatos, amore e Morte, spesso a braccetto nel mondo del cinema; da Marilyn Monroe a Frida, da Alain Delon a Totò, fino a Roberto Rossellini e Anna Magnani.

Stessa sorte per Sir Laurence e Vivien Lrigh, la diva indimenticabile di via col il vento, un amore tormentato, nel mezzo delle liti, due aborti, fino alla pazzia; per vivere insieme abbandonarono le famiglie e si trasferirono negli Stati Uniti.