Categoria: Di vario genere

Trova un libro, trova un tesoro!

OMBRA DEL VENTO

L’OMBRA DEL VENTO

L’ombra del vento Nel 1945 il giovane protagonista, Daniel, vive con il padre, proprietario di un modesto negozio di libri usati, a Barcellona. … Qui lo invita, secondo tradizione, ad adottare uno dei libri e a promettere di averne cura per tutta la vita. La scelta ricade su L’ombra del vento dello sconosciuto autore Julián Carax.

LIBRO PSICOMAGIA

PSICOMAGIA di Alejandro Jodorowsky

Tutti noi abbiamo delle paure, dei malesseri da cui vogliamo liberarci, affinchè gli incubi non ci perseguitino più. Ma come possiamo fare?

Agendo
Questa è la risposta di Alejandro Jodorowsky. Compiendo un atto paradossale che scuota l’immobilità patologica di cui siamo prigionieri. Un atto dettato dalla voce dell’inconscio e tradotto nella surreale poesia di una quotidianità trasgressiva e onirica. Jodorowsky ascolta, interroga, esplora il labirinto emotivo dei suoi interlocutori e pazienti.

Senza interpretare. Senza forzare i significati. Come un regista abituato alle meraviglie e allo stupore del teatro, raccoglie dai gesti sospesi quello che può riavviare l’azione, riaccendere le luci della scena.

Prese le distanze dalla sicumera scientifica della psicanalisi, Jodorowsky propone il semplice abbandono all'”atto psicomagico”, la confidenza tra la profondità dell’esperienza e la complice, quasi omeopatica, adesione alle forme del proprio male. Guarire è, in questa “terapia panica”, una parola stonata. Imparare a essere felici, no.

Oltre alla nuova prefazione, questa edizione presenta due nuovi capitoli: “Lezioni per mutanti. Interviste con Javier Esteban” e “Corso accelerato di creatività”.

PRIMA CHE TU VENGA AL MONDO

PRIMA CHE TU VENGA AL MONDO

«La vita è un gioco e vince chi ritorna bambino. Ma, per riuscirci, dovevo prima diventare adulto.»

Quando è stata l’ultima volta che avete fatto qualcosa per la prima volta? Che avete scoperto qualcosa di inaspettato e avete provato un’emozione nuova? Immaginate un uomo che, superata la soglia dei cinquant’anni, diventa padre quando ormai, in famiglia e sul lavoro, si era adagiato su una perfetta vita da figlio. Che cosa può rompersi o scatenarsi all’improvviso? Il nuovo libro di Massimo Gramellini è il racconto di una trasformazione e di un’attesa. Nove capitoli, uno per ogni mese di «gravidanza», che compongono una lunga lettera, emozionante e ironica, destinata a un bambino che non c’è ancora mentre si fanno i conti con un padre che non c’è più. Una storia d’amore e di rinascita che ci ricorda come attraverso gli altri possiamo ritrovare in noi stessi infinite risorse e comprendere ciò che conta davvero. Se «la vita è un gioco e vince chi ritorna bambino», per riuscirci bisogna prima diventare adulti.

DUE CORPI E UNA SOLA MENTE

DUE CORPI E UNA SOLA MENTE

Giacomo, giovane architetto precario, ha abbandonato la casa dei suoi genitori nel sud Italia 10 anni prima per trasferirsi a Roma. Dietro quella partenza si nasconde un mistero. Giacomo infatti ha scelto di andarsene per sfuggire a un dolore profondo, che lo porta ad entrare in perenne conflitto con se stesso e con chi lo ama. In una città di caos e vitalità, incontri casuali e profonda solitudine, il nostro protagonista affronta un percorso difficile verso la sua rinascita, accostato da tre personaggi che gli fanno da contrappunto. Luca, l’amico dello sballo, rappresenta la sua anima più distruttiva. Arturo, da personaggio dai tratti ambigui che vive nell’ombra di Giacomo, diventerà a poco a poco una figura cruciale per lo snodo della storia. E infine l’unica donna del gruppo: Gaya. Solare e briosa, rappresenta la parte morale di Giacomo, che malgrado lo ami profondamente sarà costretta a lasciarlo per non farsi annientare. Il romanzo ha inizio proprio con la partenza di Gaya, e in un gioco di flashback racconta l’arduo tragitto di Giacomo per ricomporre il puzzle della sua esistenza, e creare un nuovo possibile avvenire.

LE OSSESSIONI DEL PINGUINO

LE OSSESSIONI DEL PINGUINO

Le ossessioni del pinguino è un romanzo comico, tragico e ironico che descrive la storia di Matt un ragazzo che vive a Milano e di la voro fa l’assicuratore.
Il protagonista da una parte rilascia sensi di antipatia, che vengono in contradizione con una sua voglia di relazione con alcune boutade “facile umorismo”.
Il modo come scrive l’ho scrittore mi piace molto semplice e accattivante.
La cover del romanzo rispecchia il titolo ed è comica .
Il libro racconta di come la vita anche se è imbianco e nero come un pinguino l’amore la può
colorare.

RIMORSO

RIMORSO (racconto breve di NADA QUIRICONI)

Rimorso : Mara aprì la porta della sala d’aspetto ed entrò, guardandosi attorno subito alla ricerca di due sedie libere. Ma la stanza era vuota e anche al bancone della segreteria non c’era nessuno.
Si voltò verso Mattia, che già si stava liberando del giacchetto.

“Siamo in anticipo”brontolò suo figlio.

Mara sorrise, indulgente; Mattia detestava aspettare troppo, come tutti gli adolescenti era sempre impaziente.

“Meglio aspettare noi…”iniziò lei “Che far aspettare gli altri! Non attaccare, eh vecchia!”

Mattia sorrise, con quei suoi occhioni azzurri irresistibili e il dispregiativo assunse subito un che di scherzoso.

piccola divinotà

ZIBALDONE RINASCIMENTO PUNK

Rinascimento Punk è un progetto di sperimentazione artistica che attinge al mondo multiforme della Street Art, per dar vita a opere d’arte fruibili in più contesti, in più luoghi, dalla galleria al marciapiede, dal muro al parco, dal negozio all’argine del fiume. Il principio che muove la sperimentazione è che l’arte possa stare in ogni luogo, e ogni luogo possa contribuire alla crescita di idee, suggestioni, armonie o dissonanze creative.

RACCONTO BREVE: etimologia e origini

I racconti derivano da raccontare, ovvero una relazione, esposizione di fatti o discorsi, che può riguardare avvenimenti privati, storici, leggendari, favolosi, verosimile o inverosimile; breve, naturalmente come dice lo stesso aggettivo, significa di poca durata. 

Questa forma di scrittura è molto attuale e in assoluto la più diffusa, perché molto rapida nella sua fruizione. Ma le sue origini affondano nel lontano Medioevo, come sintesi ed unione di differenti percorsi letterari.

La sua nascita va fatta risalire nell’anno Mille in Francia come forma letteraria popolare, le sue caratteristiche sono la lingua volgare, la brevità e l’ampia diffusione grazie alla tradizione orale. Questo ultimo tratto ha permesso la diffusione in ogni strato sociale, soprattutto fra le fasce non alfabetizzate, che trovavano in tali narrazioni occasione di intrattenimento.

Come tutti i generi letterari e artistici in genere, anche il Racconto breve si è evoluto nel corso dei secoli, trovando massima fioritura nel XIV secolo. In questo periodo nascono le prime raccolte compiute di novelle in prosa, come il Novellino (1281-1300), di autore anonimo, ed il più noto Decameron boccaccesco (1349-1353).

Altra caratteristica di questo genere letterario è la narrazione essenziale, coerente, con scarso uso di divagazioni e filoni secondari che distolgano l’attenzione dallo svolgersi della trama principale. Inoltre questo tipo di storia breve non aveva alcun fine educativo, proponendosi esclusivamente di divertire e svagare il proprio pubblico.

dimmi che credi al destino

DIMMI CHE CREDI NEL DESTINO

Dimmi che credi nel destino.

Ornella ama i cieli di Londra,il caffè con la moka e la panchina di un parco meraviglioso dove ogni giorno incontra Mr George, un anziano signore che ascolta le sue disavventura, legate soprattutto a un uomo che lei non vede da troppo tempo e che non riesce a dimenticare.

A 55 anni, Ornella si considera campionessa mondiale di cadute, anche se si è sempre saputa rialzare da sola.

Per fortuna può contare su Bernard, il suo vicino di casa, che la osserva da lontana e la conosce meglio di quanto lei conosca se stessa.
L’ultima batosta, però, è difficile da accettare.
La piccola libreria italiana che dirige nel cuore di Hampestead, dove le vere star sono due pesci rossi di nome Russel e Crowe, rischia di chiudere: il proprietario si è preso due mesi per decidere.

Lei, che sa lottare, ha imparato anche a lasciarsi aiutare e così chiama in soccorso la Patti, la sua storica amica milanese, inimitabile compagna di scorribande, che arriva in città con poche idee e tante scarpe, ma sufficiente entusiasmo per trovare qualche soluzione utile a salvare l’Italian Bookshop.
La prima è quella di assumere Diego, un ragioniere napoletano bello e simpatico, che fa il barbiere part time, ha il cuore infranto e le chiama “guagliuncelle”.

Ma proprio quando la libreria ha più bisogno di lei, il destino riporterà Ornella in Italia, a bordo di una Seicento malconcia guidata in modo improbabile dalla Patti.

MARINA

“MARINA” di CAROLS RUZ ZAFON

Marina : Barcellona,fine degli anni sessanta.

Oscar Drai è un giovane studente che trascorre i faticosi anni della sua adolescenza in un cupo collegio di tanto in tanto ama allontanarsi dalle soffocanti mura del convitto per perdersi nel dedalo di vie,ville palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero. In una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica  che lo porta fino alle finestre di una casa.

All’interno,su un tavolo,un antico grammofono suona un ammaliante canzone,accantk,un vecchio orologio da taschino dal quadrante scheggiato. Oscar,senza sapersi spiegare il perchè, sottrae l’oggetto e scappa. Qualche giorno dopo torna per restituire il maltolto e incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germàn.

Il suo innato amore per il mistero si intreccerà da quel momento ai segreti  inconfessabili del passato di una famigli e di una barcellona  sempre piu gotica e sempre più amata, che lo spingeranno verso l’irrevocabile fine della sua adolescenza.